Oggi è sab 27 mag 2017, 4:32


Scrivi un nuovo argomento Rispondi al messaggio Pagina 1 di 1   [ 4 messaggi ]
Autore
Messaggio
 Oggetto del messaggio: [NEBRASKA'S WAR 3.0] The STAFF REPORT!
MessaggioInviato: mar 15 dic 2015, 16:32 
Avatar utente

Iscritto il: dom 2 set 2012, 18:02
Messaggi: 166
(Questo Report è molto lungo. Se non avete voglia di leggere, siete pregati di andare a fare i poveri da un’altra parte. Se siete poveri, siete pregati gentilmente di uscire da casa vostra, perché il Direttore l’ha appena comprata)
(Qui non ci sono liste di Main Event, Side Event o eventi Pauper. PAUPER. Una brutta parola, vero? Puzza. Puzza di mancanza di denaro, e questo non ci piace. Non piace al Direttore, cioè. E le cose che non piacciono al Direttore tendono a sparire. Perché lui è ricco, e tu no. E se anche tu fossi ricco, di certo il tuo patrimonio non sarebbe equiparabile al suo. Sei Barilla? Il Signor Wi-Fi? Quello che ha inventato Prozzap? Stai molto attento. Il Direttore ti vede sempre, e sa tutto. E se gli piaci, ti compra. Se non gli piaci, sparisci. No Way Out)




IL FILM INIZIERA’ TRA 15 MINUTI, DOPO LE PUBBLICITA’. VI AUGURIAMO BUONA VISIONE.

- - - - - -

“AMORE, CHE COS’HAI?”
“NON LO SO, E’ SEMPRE QUELLA SENSAZIONE …”
“HAI GIOCATO ANCORA VINTAGE?”
“EH GIA’ … “
“HAI DI NUOVO VOMITATO A TUBO IN FACCIA ALL’OPPO?”
“SI, NON RIESCO A FERMARMI!”
“TRANQUILLO TESORO, DA OGGI C’E’ MALOX REFLUSSO CHE TI FA STARE MEGLIO!”
--beve--
“PORCO ***, CHE MERAVIGLIA DELLA MEDICINA!”
“PROPRIO COSI’! CON MALUX REFLUSSO PUOI VOMITARE A NON FINIRE, SENZA QUELLA FASTIDIOSA SENSAZIONE DI ACIDITA’”
“GRAZIE AMORE, ORA POSSO VINCERE IL TORNEO SENZA ANDARE ALL’OSPEDALE!”

MALOX REFLUSSO, DA OGGI IN COMPRESSE RESISTENTI AL SUDORE DI NERD.
MALOX REFLUSSO, PER I CULI PIU’ ROTTI.

E’unpresidiomedicochirurgicoleggereattentamenteilfoglioillustrativol’assunzionediunacompressanonsignificasculareseilvomitononcessacontattareilvostromedicocurante.

- - - - - - -

QUESTO FILM E’ OFFERTO DA:

ARMSTECH:
SUPPORTI PER LE CARTE DI CHI NON HA BRACCIA.
ARMSTECH:
CONVINCI I TUOI AMICI CHE ANCHE TU SEI UN PRO!
DA OGGI REALIZZATE CON LATTICE! REALI AL TATTO E ALLA VISTA.






NEBRASKA’S WAR STUDIOS PRESENTA












UNA PRODUZIONE “GUARDA PAPA’!” ENTERTAINMENT












IN COLLABORAZIONE CON IL NEBRASKA MAGIC TEAM











TRATTO DA UNA STORIA VERA













“De paupertate sine dignitate”
Ovvero
“Meglio un giorno da ricchi, che cento da poveri”



“Io sono ricco” – Will Smith nell’omonimo film
“Dio non gioca a Dadi con l’Universo, perché è più ricco di lui” – Albert Einstein
“Chi è povero è perché non ha voglia di lavorare” – Charles Dickens
“Quando il ricco guarda la luna, il povero lecca le palle” – Confucio
“I Soldi non fanno la felicità, ma la possono comprare” – Uno che aveva capito tutto della vita
“Vai a fare il povero da un’altra parte!” – Direttore dell’Ariston a qualsiasi persona sprovvista di titolo nobiliare
“Ubi Dives Pauper Cessat” – Iscrizione sull’entrata dell’Ariston
“E’ più facile che un cammello passi nella cruna di un ago che per un ricco guadagnarsi il paradiso” – Un povero che si illude.

La nostra storia comincia in una notte buia, una notte da poveri insomma.
Una notte che precede di qualche giorno il tanto agognato Nebraska’s War 3.0, l’evento che tutti aspettavano con ansia.
Bell’evento, sì, location da urlo, tornei filati lisci, venditori, artisti e bla bla bla, tutto bello. Ma il lato oscuro della luna è quello che non sapete, quello che il tripponcello medio sudaticcio, che viene trottolando al torneo per ingozzarsi di panini e sfondare il cesso, ignora completamente.
I tavoli, le tovaglie, i posacenere che avete gentilmente ignorato e perfino le sedie su cui avete poggiato le chiappe da poveri che vi ritrovate (POVERI, che parola deprecabile!) sono l’inevitabile risultato di una sgropponata (NDT: sfaticata) eseguita da noi poveri membri dello StaV (non posso più usare la lettera F, il Direttore l’ha comprata).
Chi siamo noi? Sottili ombre che aleggiano nell’afrore mattutino di Nerd non lavato? Manifestazioni della volontà del Direttore? La più probabile è la seconda, ma non posso dirlo con certezza.
Questo inevitabilmente porta alla presentazione dei WAR’S ELEVEN (noterete che siamo solo in otto, purtroppo tre li ha comprati il Direttore):

- LA MEGGHY: Chiunque abbia fatto la fila per Garfield si ricorderà di lei. È la tritapalle che urlava ossessivamente di rispettare la fila, assemblare la fila, disgiungere la fila, desarcivescovizzare la fila, ignorare la fila (no no, scusate, questo mi pare di no). Comunque era lei, che ha molto insistito per ottenere un Taser al fine di poter sedare gli omicidi istinti dei nerdelli che popolavano la sala nell’attesa di GRAFIELD (in origine il badge della sua deliziosa moglie, grande donna, diceva così). Nonostante fosse fusa con il pavimento della Sala come Sputafuoco Bill Turner era fuso con l’Olandese Volante, la Megghy, al pari di tutti, ha sgropponato come un mulo da soma per aiutare a montare tutto il teatrino (del Direttore, ovviamente. È tutto del Direttore).
- IL MAGGI: Noto furfante dell’entroterra spezzino, il Maggi si è tassellato i maroni tutto l’anno, assieme a Sperlari ed il Mase, affinché tutto ciò che avete vissuto negli scorsi giorni fosse effettivamente possibile. Per un Big Event di tale portata, come qualcuno saprà, la preparazione comincia molto prima di qualche settimana. Ha trascorso gran parte del tempo assieme a Gelon, per cui molti potrebbero non averlo visto bazzicare le sale dei tornei, come Sperlari ed il Mase. Nonostante i suoi trascorsi tutt’altro che legali, la Finanza ha cercato di arrestarlo solo una volta durante il torneo, arrivando a sirene spiegate alle porte dell’Ariston. Per una simile mancanza di rispetto il Direttore ha comprato la Guardia di Finanza, rinominandola “Compagine dei poveri leccapalle”. Sotto insistente pressione dello Stato, ha comunque promesso, a evento concluso, di ripristinare il nome originale. Dietro lauto pagamento, s’intende.
- Il MASE: ebbene sì, la minacciosa presenza che avete visto vagare per le sale dei tornei ha un nome, e si chiama così. Non solo: il Mase è l’unico membro dello Staff, o comunque uno dei pochi, che il Direttore sembra poter tollerare. Probabilmente ciò è dovuto alla sua smodata ricchezza, che il Direttore traspone in una leggera simpatia. Quanto basta, comunque, per non far deportare tutta la sua famiglia in Siberia. Magari qualcuno di voi ha sentito la sua intervista in streaming dopo la conclusione del Main Event Legacy, dove faceva esplicitamente notare come il suo interesse fosse esclusivamente del più venale tipo.
- SPERLARI: alias “il tizio della Judge station”, il nostro capitano aveva il compito di bazzicare principalmente la sala grande del main event, controllando assieme ai judge che tutto filasse liscio. Assiduo promotore della marcissima felpa arancione che avrete visto inquinare il torneo, con sopra una faccia di merda adorna del Jester’s Cap, il buon Sperlari si è sobbarcato l’onere di recuperare le sedie ed i tavoli (gentilmente trovate dalla Megghy) necessarie ad assicurare un posto, anzi due, a tutti i partecipanti degli eventi (tranne del Pauper. Non c’è stato nessun Pauper).
- IL PANCRA: Egli è noto sotto molti nomi, tra cui l’Antico, il Sapiente, il Mai-Andato e così via. Detentore di sconvolgenti verità (come Padre Maronno) Frà ha accompagnato l’ottimo Myrfors nel suo endurance dilania-pupille di sessioni pubbliche e private, guidandolo con la luce della ragione nella marea di follia in cui sarebbe altrimenti annegato. Ha disegnato cazzi su tundre, palle su tropicali, ISIS nelle scrubland, Spani nelle pianure, armageddon nelle tundre, tundre negli armageddon, Direttori sulle pianure (ovviamente successivamente scomparsi. Il Direttore non si può riprodurre, neanche registrare) e tanto altro ancora. La notte decide di allietarci con i Racconti di Nessun Dove, purtroppo inerenti a fatti realmente accaduti, con il risultato di provocarmi emorragie oculari e perdite anali.
- NELLO: ambigua figura barbinata, nello (alias Spano) è il tizio che vi annichiliva con 2/3 parole tirate a caso quando la vostra domanda era troppo sciocca per meritare risposta. O semplicemente perché gli andava. Nello si trascinava per la sala dei venditori come Caronte da una sponda all’altra dello Stige, ma tutti voi lo conoscerete perché era quello che vi faceva togliere le Size alla carte che avreste voluto farvi signare dal Re dei Pagliacci (avreste voluto… eh eh eh). Perennemente stonato dal vertiginoso livello di THC nei suoi fluidi ematici, Nello (alias Escobar) partecipa al War unicamente per depistare le indagini dell’Interpol, sulle sue tracce.
- IL PRESIDENTE: nessuno l’ha visto, nessuno si ricorda di lui, ma il Presidente vede e sa tutto. Principalmente coinvolto nel ruolo di Venditore, complice del Mase nella sua compravendita di carte sottratte con la forza a poveri virgulti, il Presidente era anche il rifornitore di fiducia di sigarette dello Staff. Grazie Presidente! Uomo savio e brillante, ha sempre una parola pesante o un insulto particolarmente incisivo contro qualcuno che non si sia dimostrato all’altezza delle sue aspettative, spesso in combo con una bestemmia in grado di ardere le tavole dei comandamenti.
- IO: un tizio a caso, il bubbone pestifero che avvelena il sangue della nazione, perennemente nel limbo degli ignavi ad inseguire il vessillo di una ricchezza che il Direttore mi allontana ridendo. Troppo povero per giocare i tornei e per potermi permettere la felpa dello Staff, la mia condizione di imbarazzante transumanza si traduce in un girovagare senza meta che puntualmente si arena nella sala plenaria (quella del torneo) dove i problemi sembrano non mancare mai. A coronare il tutto la perenne visuale della ricchezza dell’Ariston, una vera tortura, l’immagine di un mondo appena al di là delle mie dita macchiate di fuliggine.

Mercoledì sera. Lido di Camaiore, LU.
Siamo a bordo della Lamborghini del Mase, io e Nello, in direzione del Nebraska. Su agile proposta del Principe (Mase), decidiamo di pernottare all’Ariston in vista dei lavori che ci attendono il mattino successivo. Io, da non membro dello Staff, appoggio la mozione con entusiasmo, più per vedere il posto che per altro. E poi due braccia rubate all’agricoltura prima o poi devono tornare a casa.
La serata trascorre tranquilla. Solito vomito in faccia da Calvaruso, il ragazzo imbarazzante, solite smongolate e solite visioni di Nello che entro mezzanotte è in viaggio verso Plutarco a bordo di una Suyuz.
Arriviamo all’Ariston, ma già sul tragitto avverto una potente vibrazione nella forza.
L’Ariston è… beh, l’avete visto tutti. È una location sgravata che non posso descrivere nella sua interezza, soprattutto a causa del copyright posto dal Direttore su ogni cosa ad esso inerente, anche su di Voi ed i vostri figli fino alla terza generazione. Non indulgiamo in smongolamenti vari, ma mi è già chiaro che sono decisamente fuori posto in quel luogo.
Appena varcata la soglia del cancello in tecnezio termo reattivo acquisisco la subitanea consapevolezza di essere povero. Così, splitsecond. Avevo pure Fow attiva. Capisco che non sto respirando aria, ma polvere di soldi tritati. Il posto sembra deserto, ma forse per la stanchezza nel parco vedo aggirarsi molti animali di dubbia fattura, prima che svaniscano tra le fronde dell’ombroso parco. Draghi di Komodo, basilischi nelle tubature che sussurrano (no scusate, era Nello accanto a me che stava smascellando di brutto) , Ninfe e Driadi (salariate dal Direttore. Le paga più lui di Aslan), Dante Alighieri in cerca della diritta via, fauni e tanto altro.
Andiamo in una struttura a caso, realizzata con argento fuso e lingotti d’oro. Le porte reagiscono alla voce del Mase, ma al mio primo commento si sprangano. Mi spiegano che non mi è concesso parlare all’interno dell’Ariston, perché puzzo e faccio schifo. Un po’ attapirato prendo assieme agli altri l’ascensore, che scopro essere quello del film di Willy Wonka, con l’eccezione che questo ha anche i tasti “Guadagna di più” e “Crema Povero”. Nei corridoi, fatti di marmo di antiche strutture romane, troviamo Mary Poppins che sta passando l’aspirapolvere, uno speciale modello che si inserisce nelle tasche dei clienti.
La nostra camera è una quadrupla, il che mi spinge a qualche riflessione sulle possibili implicazioni dell’ospitare sei persone. Immagino già il classico disagio, stile ovino, che si concretizza immancabilmente in un Campo Rom con tanto di cartoni e bidoni dell’umido per scaldarsi, magari persino qualche esemplare di fauna locale.
INVECE.
Abbiamo un corridoio (un CORRIDOIO, mannaggia il pastorale!), antibagno, bagno (separato dall’antibagno, ovviamente. Gli Open Space sono per chi non ha soldi), una camera con 3 letti grande quanto il salotto di casa mia, un’altra camera con altri 3 letti, un tavolo, macchinetta per il caffè, 2 televisori, bollitore elettrico modello Tony Stark che all’occorrenza è in grado di sintetizzare l’Elisir di Lunga Vita (Ah, se l’avesse avuto Voldemort), due terrazzi a vista mare con tanto di sedie, tavoli, lettini e tenda apribile mediante comando elettronico, due casseforti, due frigobar, l’armadio che porta a Narnia e un paio di schiavi numidi.
Sulla porta, di minerale meteorico a prova di nellificazione e attacco nucleare, c’è scritto l’onesto prezzo di 1600 euro a notte.
Un po’ sconvolto torno giù a recuperare Nello, che sta mangiando terra dietro un cespuglio da quanto smascella, e andiamo tutti a letto.

GIOVEDI’

Mi sveglio e scopro che sono salito di livello, in aggiunta al bonus “Buon Riposo”.
Scendiamo per andare a fare colazione, e lì mi imbatto nella figura che stavo attendendo di vedere, già descritta nel Deuteronomio e nel Paradiso Dantesco.
IL DIRETTORE.
Cravatta di seta del Katai, scarpe in pelle di coccodrillo marziano foil signed da Gesù di Nazareth, giacca in capelli di Ghandi con camicia di lino venezuelano che scomba con le scarpe e ti fa perdere di primo, occhiali in vetri sacri di Padre Maronno, orologio al polso modello GreenWich che se ruoti il quadrante torni indietro nel tempo. Dietro di lui si muove confusamente uno stuolo di postulanti pseudo ricchi e facchini dell’Ariston (comunque più pagati del presidente della Coca Cola), attratti dal centro di gravità del suo sguardo da milionario. Appena fissa le sue pupille su di me mi chiama il commercialista (che non ho) per informarmi che il mio conto in banca è appena triplicato (peccato che 3x0 fa 0).
Ci dirigiamo in sala colazioni, per chi non l’avesse notato è la sala da ballo del Titanic un po’ rimodernizzata, dove intratteniamo un’ottima conversazione con la discreta cameriera che nei giorni a venire verrà stalkerizzata duramente dai nerdotti imbruttiti convinti di flirtare.
La giornata passa abbastanza bene, montiamo qualcosa come 80.000 tavoli e 100.000 sedie, più tovaglie, prima di annichilirci. Il Direttore viene a domandare alcuni dettagli sul torneo venturo, tipo quanti milioni di euro pensiamo di incassare, se abbiamo bisogno di paccottiglia tipo uno shuttle o qualche incrociatore da guerra (erano in piscina). Decliniamo gentilmente l’offerta, e il Direttore sorride, risolvendo così istantaneamente il problema della fame nel mondo. Fa una telefonata dal suo Samsung Universe modello 2050 e ci assicura che per l’indomani la struttura da 100 posti sarà montata nel giardino, assieme a Stufe a fungo e bombole. Dopodiché preme un tasto e lo smartphone diventa il Colosso di Sardia, ci monta sopra e se ne va.
Terminiamo di montare in agilità il salone, con l’ottimo aiuto dei facchini (che in cambio ci chiedono di aiutarli a spostare un tapis roulant; non illudetevi, spostarne uno elettrico è come sollevare una panda) e attendiamo l’arrivo degli artisti, prontamente recuperati all’aeroporto.
Frazier è il primo ad arrivare. Si presenta con una buzza a birraio di quelle arroganti, che proprio ti sfidano, sfoggiando una T-Shirt nel nostro clima prossimo all’inverno. Si complimenta con noi per il cielo, l’aria pulita e le belle donne. Perfetto, il vecchio ha capito tutto!
Mentre chiacchieriamo di quanto sia ricco il Direttore, un concetto non quantificabile né a parole né tantomeno numericamente, arriva Garfield in compagnia della sua dolcissima agente/moglie/dissuasore mobile. Molto mite all’apparenza, saluta Dan come se fosse un vecchio amico.
È stata un’emozione vedere Garfield in carne ed ossa, come credo per chiunque! Questo prima di scoprire il suo lavoro segreto di Re dei Pagliacci (pulendo la sua camera le cameriere hanno trovato un monociclo, qualche birillo e un naso rosso).
Comunque finisce lì, non vedo l’arrivo di Myrfors e Gelon perché costretto ad abbandonare Moneyland per un rimpatrio alla mia casa Base. GG well played.

Rientro la mattina dopo, per terminare di approntare tutto il necessario per il Modern del giorno successivo, aka il formato più skill intensive della storia. Cena agile con Garfield aka Grafield e Isma delle Follie dell’Imperatore, che non dimostra ancora il suo innegabile talento nella smerigliatura testicolare ma ci propina un’uscita da vera cacacazzi in eot su un’errata coniugazione del Mase, durante una discussione su quanto fosse ricco il Direttore. Ci sta. La tiriamo un po’ per le lunghe ma siamo tutti stanchi, quindi shuffliamo e droppiamo la cena, dritti in camera. Nel farlo non posso non sottolineare la sbroccatezza delle ragazze alla Reception, sicuramente scelte per il loro talento nell’arte del commercio e non certo per l’aspetto fisico, però cazzo che coincidenze a volte! No via sarei veramente troppo sessista… sono molto in gamba e disponibili, gente amabile anche per fare due chiacchiere.
Vengo inoltre a conoscenze dell’esistenza di una riccia rossa particolarmente importante, stalkerizzata da Maggi e Lari ai limiti delle legalità (inutili le loro ripetute abiure sull’argomento), ma purtroppo non riesco a vederla. Mi mostrano naturalmente le foto e in effetti ci sta. Se uno non sida ci sta male per forza. Vigilia dell’inizio del torneo, e palle sudate per tutti!



SABATO:

Comincia il delirio. Gente che arriva, gente che va, nello che sbazza duro in overdose già di prima mattina e solo un miracolo lo salva dal primal beyond.
Già nell’aria si spande l’afrore tipico dei tornei, quello al retrogusto di catarro di coyote e bidone dell’umido bruciato, nonostante l’abbondante ventilazione del locale. Il Direttore passeggia con la sua andatura da ricco in mezzo alle formiche, seguito da uno stuolo di ancelle che anticipano la sua venuta gettando banconote da 25000 euro sul tragitto.
L’inizio del torneo è traumatico. Mille cose da fare, i judge che devono ambientarsi, la gente che non si rinviene nella fila per Garfield e vuole piantare le canadesi per fare all days long. Faccio qualcosa come 35 km prima che tutto si avvii come dovrebbe, con tutti i miei commilitoni che stanno letteralmente impazzendo tra sessioni, iscrizioni e altro.
Purtroppo ho poco tempo per seguire il moderno, quanto basta per documentarmi sull’andamento dei ragazzi del mio team.

- Selis muore male da MU a caso.
- Gringio ha deciso che il modo migliore per vincere con Grixis Twin è prendere 6 boil nel muso in 4 partite.
E purtroppo non ricordo (causa fumo passivo proveniente da nello, che va a giro con l’incensiere appeso al collo). Ad ogni modo mi fermo quanto basta per seguire Pascal, totalmente intenibile come suo solito e decisamente impressionante da guardar giocare.
PERO’ c’è la magia!

https://www.youtube.com/watch?v=joS2zCQnhGU

Gandini deve aver provato la nuova versione di Malox Reflusso, perché sembra preda di conati di vomito clinici non fermabili. Vince mullando a 4 OTP, vince contro Tron, caga nel muso persino al judge che vuole ritirare la slip. Mani de fuego! Non contento, in finale rigozza persino addosso a Pascal (infatti, se avete notato, il giorno del legacy indossava una giacca diversa). E porta così a casa il primo giorno! GRANDE GANDO! (l’allitterazione è voluta, mica pizza e fichi teste di cazzo)
Andiamo a letto carichi, ma Pancrazzi pensa bene che sia il caso di allietarmi fino alle 5 del mattino con storie da far accapponare la pelle e le palle (notare anche questa). Per rispetto verso gli animi più sensibili non riporterò in questa sede le leggende dell’Antico.

DOMENICA:

La giornata si prospetta più tranquilla, in parte perché ormai il torneo si è avviato da solo, senza troppi problemi, in parte perché parteciperò anche io. Purtroppo ho un mazzo che non gioca a Magic, Aggro Loam, e mi si spegnerà in mano al terzo turno sul 2-0, stranamente contro Miracle, il cui pilota mi poggerà due volte di terzo blood moon. Una volta ne esco, la successiva no. Pazienza, c’est la vie!
Termino di fare le ultime cose, ma i judge stanno pensando a quasi tutto da soli e quindi questo si traspone in un pomeriggio molto sereno. I miei teammate sono veramente troppi per seguirli tutti, però a quanto riesco a sentire se la stanno cavando molto bene.
La sera sono costretto a rientrare alla casa base per l’ennesima volta, quindi non posso assistere agli ultimi turni. Lascio mike sul 4-1-0, il sella 4-0-1, dini sul 5-0 e paperelli sul 4-0-1 come nikolas. Porco dio che sogno! Un po’ attapirato me ne parto dalla Domus Aurea, però in fondo non c’era molto che potevo fare.
Arrivo a casa e mi sale un abbiocco gigantesco, di quelli che ti annichiliscono 6. Sono sul divano nel vuoto che guardo la televisione senza vederla, quando viene scritto sul gruppo che il Dini è in top. Chiedo maggiori informazioni e mi dicono che nik e mike stanno giocando per entrare.
A questo punto ho due alternative:
1) Chiamo il Direttore e sento se può farmi il favore di mandare un Jet Mac5 a prendermi
2) Prendo la macchina alle 22:30 di sera e mi rimetto sulla strada per viareggio.
Scelgo la seconda, dal momento che non volevo scomodare il Direttore per un’inezia del genere. Non mi ricordo la strada, ma la velocità quasi superluminare che raggiungo mi porta di fronte all’Ariston intorno alle 22:55. Sculo trovando tutti i semafori verdi, segno di un’inaspettata benevolenza da parte del Direttore.
Arrivo in sala prossimo ai turni, giusto una manciata di minuti. Nikolas patta (Quel cazzone!!!) e fuori, mentre Mike, per evitare la patta che avrebbe kickato entrambi fuori dalla top, inizia ad accordarsi col suo avversario per decidere chi, di loro, sarebbe dovuto andare avanti. Ne è seguito l’episodio spiacevole della squalifica. Mentre tutto questo accade, e noi cerchiamo di placare Mike Liberato, il Dini sculacchia nel muso ai suoi oppi planando dolcemente in finale. Quel che è successo non posso ricordarlo di nuovo senza rischiare l’aneurisma cerebrale, quindi vi rimando al racconto del diretto interessato:
[url]
viewtopic.php?f=68&t=34888[/url]

E’ finita, abbiamo la coppa a casa! Persino il Direttore arriva a bordo di un Black Hawk in platino della flotta stellare di Orione per complimentarsi col Dini. Come segno di lieve simpatia gli lascia una mazzetta di soldi inafferrabile con una sola mano e le chiavi di una delle sue macchine da corsa, mi pare una pagani Zonda. Ma questa è un’altra storia! VINCE IL DINI, BRAVO SENSEI!
Andiamo a letto esaltati come pochi, io in particolare perché me la sento tutta a giocare il modern dell’indomani! Maggi, Pancrazzi e Palmetta, il ragazzo dello Staff che stava con Frazier, si intrattengono un po’ con me per mostrarmi le loro collezioni da spavento. Minchia ragazzi! Mai visto nulla del genere. Grazie all’ottimo Palmetta scopro l’onnipotenza di Wayne England, l’artista che ha disegnato Stony Silence e Ancient Grudge, per intendersi. Ha anche affrescato la Cappella Sistina (quella originale, ce l’ha il Direttore in bagno)
Davvero, se non avete mai visto qualche suo lavoro non capite un cazzo! Definire “realistici” i suoi art work è quasi un insulto. Guardate in internet, con un paio di click trovate tutto!
Comunque mi intrattengo un po’ con loro, mi spiegano qualcosina sul mondo del pimp, il mercato, le varie tipologie ecc. Ringrazio molto i miei compagni di stanza per la pazienza nello spiegare le cose ad una scimmia come me!


LUNEDI’:

Ci svegliamo alla solita ora, andiamo a fare colazione ad Eldorado, come nostro solito, e ci intratteniamo qualche istante col Direttore, che ci informa di essere intenzionato ad aprire un altro albergo a Milano.
PERCHE’ CAZZO SONO POVERO, MALEDETTO IL VANGELO?
Vabbè, l’ottimo Nikolas si prodiga la notte prima per montarmi il mio amato infect (il mazzo per i bimbi senza mani come me) e grazie a qualche amico riesco izi a recuperare le carte che mi mancano. Alla partenza 170.
Il mio torneo è abbastanza ininfluente. Dopo essere arrivato sul 4-0 grazie ad alcune partite vinte di rapina, ma proprio di rapina, muoio male da doppio UW control dato che il mazzo si spegne pesantemente, regalandomi un quantitativo di lande paragonabili ai beni immobili del Direttore. No vabbè, scherzo. Non c’è proprio metro di paragone.
Al termine della giornata, dopo aver recuperato Nello all’Ospedale lì vicino per sospetta overdose, ci intratteniamo con Dan Frazier al ristorante 71 Stelle (72esima in arrivo) della Villa. Veramente un soggettone, puttaniere come pochi! Se ci parli, ti dice proprio che nella vita lui ha sculato come un pazzo a lavorare per la Wizard, quando come azienda non contava ancora un cazzo. Nell’aria aleggia il nuovo successo di J-Ax, aggiunto all’ultimo momento proprio per compiacere il Direttore dell’Ariston, come si legge in copertina. Vi copio incollo il testo, per chi non lo conoscesse:


IL BELLO D’ESSER RICCHI (da leggere sulle note di “IL BELLO D’ESSER BRUTTI”)

La povertà comincia per gli stronzi, non per noi,
coi milioni tenuti in banca come puoi
poi ti ricrescon nelle tasche quando non li vuoi
tenete poveri, gli spiccioli son per voi

Tu hai una macchina modesta
tipo un Volkswagen, o una Fiesta
e la tua casa è poco onesta
non lamentarti se la moglie poi non ti rispetta
e vuole me con la ferrari rossa e la villetta.

Sei un pezzente, non vali niente e se voglio compro perfino te
non hai le ville al mare, fai vomitare
ma non ti lamentar quando ti dico che…

Con in tasca sei milioni
Sono più ricco di Bruce Wayne
Fa una sega Paperoni
La mia donna è Sasha Grey
Dove vai, poveraccio
Non hai neanche uno yacht
Come fai a svegliarti non lo so
È il bello d’esser ricchi.



Probabilmente non l’avete mai sentita, ma per ordine del Direttore viene mandata in continuazione, no stop proprio, dentro il ristorante e alla reception.
Dopo l’agile cena ci dirigiamo in camera, ricordando al facchino di riportarci Nello non appena gli fossero cessate le convulsioni.
Per pietà vi abbono la cronaca del Martedì, giorno molto tranquillo e felice, i cui unici tratti salienti sarebbe stata la partita del Side Event Legacy tra Bacci e Selis, recentemente definita dalla Wizard “La partita meno seria della storia di Magic. Dovremmo riconsiderare l’idea di permettere tornei del genere”, e il grande mase che riesce a perdere un deckbox con solo 7000 euro di carte all’interno, salvo poi accorgersi che glielo aveva preso il PRESIDENTE. Si sa, nei gialli l’assassino è sempre il maggiordomo. Da noi invece… il PRESIDENTE!
Degno di nota anche il momento dove il Direttore compare con la metro polvere in camera nostra, dopo aver sentito le bestemmie del Mase, e, terminato il nostro racconto del fattaccio, ci fissa piuttosto basito, convinto che non esistessero numeri al di sotto delle cinque cifre. Per onestà, comunque, rifiutiamo l’assegno circolare da 6,02 x 10^23 SuperEuro (la moneta del Direttore) che voleva offrirci come risarcimento.
E Adesso, dopo tutti queste cazzate a raffica, passiamo ai Props! Cercherò di ridurre, perché sono veramente tanti.

- Al Team Nebraska, come cazzo siamo carichi
- Al Direttore, perché è il Direttore
- All’Ariston, la Location più sgravata che ci sia
- A Lamberto e tutti i FJ, impeccabili, davvero! Ottimo lavoro ragazzi
- Al Dini: sei un drago!
- A Mike: nonostante la merdata, rimani per me un toppettaro!
- Al Sella (aka Selis): non potevi fare meglio di così. La ruota gira, vedrai che ti capita l’occasione!
- Al Paperelli: 7-2 ed il mazzo c’è!
- A Nikolas: non ti andava proprio di fare Top!
- A George Lucas: Non ti abbattere, arriva per tutti il periodo!
- A Gandini: ha chiamato l'
- Ai miei colleghi dello Staff. Nice job!
- Agli organizzatori: Stefano, Mase, Maggi.
- Ai venditori che ci hanno raggiunto da… bè, ovunque! Sempre un piacere.
- A Frazier, Myrfors, Gelon. Compagnia veramente piacevole, simpatici, lavoratori e alla mano
- Allo staff dell’albergo. Ragazzi, senza di loro sarebbe stato un problema!
- Ai soldi, in ogni loro forma. Che cazzo di vita è, senza una lira?
- Ai players, che ci hanno raggiunto anche dall’Australia!
- Ai ragazzi dello Streaming! Bel lavoro
- Al grande Marsico. He’s Back!

SLOPS:

- A Garfield
- Alla moglie di Garfield
- Alla fila di Garfield
- A quel capello da Jack the Ripper di Garfield
- A chi lo ha chiamato. Ora ho capito perché non se lo caa nessuno! Pagliaccissimo
- A Garfield e la sua agente (di nuovo) che se ne vanno dalla camera lasciandoci un buco di 400 Euro da pagare, senza nemmeno riconsegnare le chiavi. Fate schifo!
- A chi non si lava la mattina, il pomeriggio, la sera e la notte. IDROFOBIA
- Alla povertà e chi la predica.
- Ai secchi di merda
- Al Gringio, che succhia cazzi sfigando come un pazzo!
- A AnT, un mazzo da froci porcodeus!
- Alla squalifica di mike. La vita è una merda, specie quella dei poveri.
- Agli oppi del Sella. Mai vista gente così imbarazzante!!


Quando il culo la forza contrasta, vince il culo e la forza non basta
Top
 Profilo  
 

 Oggetto del messaggio: Re: [NEBRASKA'S WAR 3.0] The STAFF REPORT!
MessaggioInviato: mar 15 dic 2015, 18:29 
Avatar utente

Iscritto il: mar 17 mar 2009, 0:37
Messaggi: 62
[youtube]https://www.youtube.com/watch?app=desktop&persist_app=1&v=zoAwgB2hDl4[/youtube]

Il Megadirettore Galattico.
Talmente ricco che si può permettere di andare a vendere i panini con i suoi servi.
Oppure era un Droide creato a sua immagine e somiglianza al fine di farlo sembrare piu umano e raggiungibile a tutti noi comuni poveri ?
Apparte le segate, grand'uomo il Megadirettore !
Bel Report !
Grande Cappe.


"Sorgi come il Sole, Sii Saldo come la Montagna, Carica come il Leone e Muori da Eroe" - Generale Takeno (Giorno del Destino)
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: [NEBRASKA'S WAR 3.0] The STAFF REPORT!
MessaggioInviato: mar 15 dic 2015, 19:54 
Avatar utente

Iscritto il: dom 13 feb 2011, 20:17
Messaggi: 197
Località: Camaiore
Uno dei membri più validi del team che purtroppo ha l'autostima di un Teletubbies a cui hanno:
-Sparato in faccia al sole canterino;
-Stuprato le 2 sorelle Lala e Dixie;
-Distrutto e successivamente incendiato la casa con i fratelli dentro;
-Piratato la TV che hanno sulla pancia e mandando in loop 24hsu24 il famoso video di YouTube del gatto che suona il piano;
-Sapere che il tuo programma sarà sostituito nel palinsesto da Bruno Vespa che conduce "SOLLETICO";

Detti questo oltre ad essere un più che valido giocatore è anche uno dei pochi che sa scrivere un report con frizzante e pungente ironia senza mai esagerare,nella speranza che questo giovane di belle speranze creda un po più nei suoi mezzi,intanto faccio i complimenti x il bel Report e per il risultato sia del TEAM che dello STAFF NEBRASKA!
Aspettando il Nebraska's War 4.0 sicuro che in entrambi i casi andrà sempre meglio!!
P.S.Ho pattato da Bianchino che mi Topdecka Cataclysm al penultimo turno addizionale e da Ant che a tre turni utili prima di morire,con 0 carte in mano,Chlice a 0 e 1 in campo e la sola Thalia che bittava a pescare in successione Ritone Ritone Tendrills e io con i miei 5 pv che vedo calare il sipario su un torneo che chiudo 6-1-2...
Cmq sia,sono strafelice di aver preso parte,anche se con un ruolo marginale,alla la vittoria che il buon Bamba Dini D.Nicola ha raccolto!!!
:* :* :*
Con Affetto Raffaelli Nicholas Aka GreenPower


Immagine

Immagine
"Che Dio ce la mandi bona,e possibilmente,senza mutande"
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: [NEBRASKA'S WAR 3.0] The STAFF REPORT!
MessaggioInviato: mer 16 dic 2015, 11:24 
Avatar utente
Full Organizer

Iscritto il: lun 7 mag 2007, 10:45
Messaggi: 3452
Località: Milano
A parte il fatto che sei un idiota cosmico che ha fatto casino coi giorni.

Visto che l'evento era da SABA a MARTE.

Non avermi messo nei props mi fa alterare tantissimo, è la fine di un amore :?

Stinfo


Immagine Immagine
OVINO OFFICIAL FANPAGE - OVINO_OFFICIAL_WEBSITE
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  

Scrivi un nuovo argomento Rispondi al messaggio Pagina 1 di 1   [ 4 messaggi ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron



Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Style designed by Artemis

Magic the Gathering is TM and copyright Wizards of the Coast, Inc, a subsidiary of Hasbro, Inc. All rights reserved
All art is property of their respective artists and/or WotC

Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010