Oggi è dom 25 ago 2019, 5:24


Scrivi un nuovo argomento Rispondi al messaggio Pagina 1 di 1   [ 10 messaggi ]
Autore
Messaggio
 Oggetto del messaggio: [TRADUZIONE] Caleb Durward e la Banlist Modern
MessaggioInviato: dom 25 gen 2015, 15:47 
Avatar utente
Punctilious Titan

Iscritto il: gio 8 nov 2007, 19:34
Messaggi: 1626
Per chi ha gradito l’articolo di Caleb Durward sulla banlist del Legacy (che trovate QUI), ecco la controparte per il Modern. Certamente il discorso per questo formato si fa molto meno profondo: numero sensibilmente minore di espansioni, formato più giovane e quant’altro si voglia dire. Ma se il buon Durward ha trovato fosse il caso di spenderci qualche parola, visto che abbiamo già intrapreso il discorso, perché non continuarlo (in ogni caso è lui stesso a spiegare le motivazioni che l'hanno spinto a intraprendere le Banned Series).

QUI il link all’articolo originale su ChannelFireball. Al solito, chi trovasse qualche errore di traduzione o formattazione me lo segnalasse in privato, e provvederò a correggere quanto prima.

Come per l’altro articolo, nei nomi in maiuscolo delle carte trattate di volta in volta sono inseriti i link ai relativi video realizzati da Durward.


LE ARMI DEL LEGACY – Tirando le somme delle Banned Series del Modern
di Caleb Durward // 10 Settembre 2014

Immagine


Le Banned Series del Legacy erano iniziate con l’idea che acune delle carte fossero rimaste bannate così a lungo, da essere ormai superate. Piuttosto che fare pura speculazione sui pro e i contro di uno sban, abbiamo fatto un passo in più e testato, listando mazzi nel tentativo di combattere contro i contrasti e la race dei combo attuali.

In questo contesto, non c’erano motivi per fare anche delle Modern Series. Le carte sono tutte più nuove, e molti giocatori ricordano di averle giocate in altri formati. Mentre solo una piccola percentuale della comunità di Magic aveva esperienza del Worldgorger Dragon in Vintage, molti altri hanno giocato con Jace, the Mind Sculptor dato che non è passato troppo tempo da quando era presente in Standard.

Il Modern è così giocane che molti dei ban li abbiamo ancora ben presenti. Ricordiamo quando Rite of Flame, Blazing Shoal e Punishing Fire sono state bannate, per esempio, e ricordiamo il perché.

Ciò detto, ci sono alcuni rilevanti motivi per avere realizzato le series:

1) Controversia. Le persone prendono il Modern con maggior serietà perché ha i PTQ (ora PPTQ). Le liste sono inoltre più mutevoli che in altri formati, e ogni cambiamento genera un’ondata di discussioni.

Nel Legacy, le persone sono per lo più soddisfatte con la lista, se non per alcune vecchie carte che la Wizards, nel caso, potrà eliminare.

2) Rilevanza. Ci sono state alcuen carte bandite fin dagli esordi del Modern, cui non è mai stata data una vera opportunità. Se lo sban di Bitterblossom è stato corretto, è possibile che altre carte sulla lista vadano altrettanto bene, e provare alcune partite non può certo fare del male.

3) Divertimento. Provare a inserire le carte in formati in cui al momento non sono legali è decisamente divertente. Ho notato una relazione tra quanto mi sto fiertendo e quanto alle persone piacciono i miei video, e non credo sia solo un caso.

Notate che c’è anche un’altra ragione per fare subito le series: è meglio tagliare la testa al toro, piuttosto che lasciare che la questione si sedimenti.

4) Ho un buon partner in mente. Una delle principali ragioni per cui le series del Legacy sono state un successo è stata Bronson, un altro entusiasta del Legacy che ha speso ore a testare cse folli. La prima volta che mi hanno suggerito le series per il Modern, h opensato a Larry Swasey, la persona con cui ho parlato più di Modern in assoluto. Ho anche guardato alcuni sui video in streaming su questo formato, letto il suo blog di Modern, e l’ho visto aiutare le persone a qualificarsi per i PTQ.

Se la pensate come me, volete seguirlo su twitter: @krazykirby4


SENSEI’S DIVINING TOP

Immagine

Ho iniziato con Cappa perché mi andava di giocarla. Il io lavoro rockeggia.

Il problema principale con la mia lista era che pensavo che Counterbalance + [card]Sensei’s Divining Top[/card] sarebbero state una brutta gatta da pelare, ma Counterbalance non metteva la stessa pressione in un formato con risposte maindeck come Abrupt Decay e modi per eluderla come Birthing Pod, Cryptic Command e Karn Liberated.

Una sinergia più interessante era quella di Cappa + Miracoli.

Spoiler: show
[deck]
4 Island
2 Plains
2 Mystic Gate
4 Misty Rainforest
1 Scalding Tarn
3 Hallowed Fountain
4 Arid Mesa
4 Celestial Colonnade
2 Tectonic Edge

2 Vendilion Clique
3 Snapcaster Mage
4 Path to Exile
3 Spell Pierce
4 Sensei's Divining Top
3 Counterbalance
3 Serum Visions
3 Mana Leak
1 Detention Sphere
3 Cryptic Command
3 Terminus
2 Entreat the Angels
[/deck]


Rendere Terminus e Entreat the Angels giocabili avrebbe avuto effetti interessanti sul meta del Modern.

Terminus contro Pod non è una buona idea quanto possa sembrare a una prima occhiate. Per quanto migliore di Supreme Verdict dato che non innesca persist e Voice of Resurgence né riempie il cimitero per Reveillark e Eternal Witness, non è una risposta a un’attivazione di Pod, e le creature che desideri tonano nel mazzo semplicemente per essere tutorate nuovamente.

Penso che Terminus darebbe il meglio di sé contro Affinity. Come una wratta a velocità instant, non solo sarebbe una risposta contro creature resilienti come Arcbound Ravager e Etched Champion, toglierebbe di mezzo anche le manland.

La velocità instant è anche importante contro Twin, e poter rispondere con Entreat nel loro turno è molto importante.

Alla fine, credo che Cappa sarebbe un modo interessante per dare uno scossone al Modern. I mazzi che ne beneficiano, come Tron, non stanno ottenendo grossi risultati al momento, e creerebbe alcuni nuovi archetipi oltre che rivitalizzarne di vecchi.

La principale motivazione per tenerla ancora bannata è perché è il modo più facile per rallentare una partita, e questo la renderebbe molto impopolare. Anche se è una carta che va bene in Legacy, ci sono ancora delle voci che vogliono il ban suo, di Life from the Loam e di Time Spiral per velocizzare i tornei.

Gli unici che davvero vogliono vederla sbannata sono i suoi fanatici duri a morire (tra cui io stesso).


LE TERRE ARTEFATTO

Immagine Immagine Immagine
Immagine Immagine

Anche se alla fine ho scelto due differenti liste di Affinity, una con Tempered Steel e una vecchia scuola con Disciple of the Vault, ho goldfishato varie versioni buffe per capire quali di queste fosse meglio dare in pasto a un avversario, oggi come oggi. Anche se le mie liste finali avessero degli errori, le partite mi hanno insegnato moltissimo sul potenziale ruolo delle terre artefatto in Modern.

Non renderebbero Affinity overpowered, per cominciare. In Modern, Affinity non perde perché ha Inkmoth Nexus al posto di Vault of Whispers, perde perché ci sono in giro Stony Silence e Ancient Grudge e Electrolyze. Le terre artefatto non risolvono nessuno di questi problemi del mazzo, e in caso di hate diretto potrebbero addirittura peggiorare le cose.

In ogni caso, anche se le terre artefatto non apportano cambiamenti significativi in Affinity, hanno il potenziale di diversificare il panorama Modern rendendo carte come KCI e Tezzeret, Agent of Bolas giocabili anche per chi non dovesse chiamarsi Conley Woods e Shouta Yasooka.

Se la sinergia tra Seat of the Synod e Thirst for Knowledge mette il blu in cima a tutto, allora meglio bannare TFK. Non che qualcuno la giochi al momento.


HYPERGENESIS

Immagine

Ricordo Hypergenesis nel vecchio Esteso. Di base, era un glass cannon che mulligava molto. Con Chrome Mox nel formato, Chalice of the Void che inizia a vedere un gioco regolare, e questo in particolare (settato a 0) ha giocato un ruolo importante nel tenere Hypergenesis sotto controllo. C’erano pochi altri pali, come Canonist, e anche i counter erano una buona soluzione a questa strategia.

Eppure, vedersela ronzare attorno era fastidioso. Le partite non venivano giocate molto con loro, e di solito mulligavi fino a vedere risposta o perdevi. Era il Belcher del formato.

Mi sentivo meritasse un test perché non è mai stata giocata in Moder. I tempi sono cambiati, dopo tutto. E poi, quanto potrebbe essere positivo un “port” dal vecchio Esteso?

Molto, fa davvero il suo lavoro.

Approfondendo, avevo una certa sicurezza nella mia lista. I deckbuilding per alcuni video set sono stati più duri da realizzare rispetto ad altri, con carte complicate che erano state bannate così rapidamente che non avevano mai avuto modo di lasciare un’impronta nel formato. Questo però non vale per Hypergenesis, una carta decisamente diretta con una storia di gioco cui attingere molto forte alle spalle.

Ma Hypergenesis non è la stessa carta che era all’epoca. Come Show and Tell, il suo power level varia a seconda della carta che sta mettendo in gioco. All’epoca, una manciata di Bogardan Hellkite potevano essere battuti, e persino Progenitus aveva bisogno di uno o due turni. Le liste che abbiamo testato avevano molta ridondanza con Urabrask + Eldrazi / Terastodon, il che significava che di solito l’avversario moriva al turno due o tre. Se Living End scomba rapidamente, lo fa tra il quarto e il terzo turno.

Il mana è inoltre più facile da fixare. Ricordo pescate in cui Tendo Ice Bridge avrebbe dovuto essere usato, o in cui Gemstone Mine avrebbe perso i suoi segnalini, o in cui avresti pescato troppi Fungal Reaches. Quel tocco di inconsistenza non esiste.

Se Hypergenesis fosse legale, sconvolgerebbe il metagame, costringendo tutti a giocare hate contro di essa. Porterebbe tra l’altro Magic a essere piuttosto frustrante. Questa carta è incredibilmente poco sicura.


CLOUDPOST

Immagine

Ricordo di aver giocato un po’ di Modern quando Cloudpost è stata bannata, anche se non ero qualificato per il Pro Tour di Philadelphia e quindi non l’ho testate seriamente. Comunque, ricordo che sembrava forte. Uccidi un Wall of Roots, lancia Molten Rain su una terra o due, uccidili prima che si stabilizzino. Inezie.

Poi il PT è tornato, e un sacco di giocatori hanno messo in piazza una nuova tech. Una combinazione di Amulet of Vigor (già ottimo con Cloudpost e Primeval Titan) con Scapeshift. Altri hanno aggiunto il rosso per Through the Breach, una versione che Travis Woo ha aiutato a rendere popolare sullo stesso ChannelFireball. Molti hanno giocato entrambi.

Dopo il PT, Cloudpost è stata immediatamente bannata, perché la Wizards ha pensato che si potessero raggiungere quindici mana un po’ troppo rapidamente e con troppa facilità. All’epoca, ho pensato che la decisione fosse stata troppo frettolosa. Dopo averla testata imprima persona, però, sono d’accordo. Questa carta è troppo potente, con gli strumenti che ci sono a disposizione.

Proseguendo, ho provato a immaginare se un fast Emrakul, the Aeons Torn fosse poi così tanto meglio di un Tron che ci sputa in faccia un fast Karn Liberated. E la risposta è sì, s’ che lo è.

Rimani bannata.


DARK DEPTHS

Immagine

Per testare Dark Depths, ho importando dal Legacy la versione Junk dato che la maggior parte delle carte sono in entrambi I formati, ma ho fatto l’errore di aumentare il numero di pezzi della combo per poterla vedere più spesso. Questo ha portato a un sacco di pescate senza senso. Anche quando avevo la “nut draw” con sia [card]Thespian’s Stage[/card] che Dark Depths, ero sempre troppo lento, dato che Stage ha bisogno di due mana per attivarsi. Mentre metti su un 20/20, in questo modo l’avversario ha tutto il tempo per trovare un Path to Exile o un Cryptic Command.

Se Dark Depths avesse modo di essere giocata in Modern, dovrebbe trovare una shell più rapida (simile al vecchio Thopter Depths che usava i Chrome Mox), o una shell di controllo migliore nel rallentare il gioco.

Gift Depths
Spoiler: show
[deck]
4 Verdant Catacombs
3 Marsh Flats
2 Temple Garden
2 Overgrown Tomb
2 Godless Shrine
2 Celestial Colonnade
1 Breeding Pool
1 Urborg, Tomb of Yawgmoth
1 Tectonic Edge
1 Creeping Tar Pit
1 Swamp
1 Plains
1 Forest
1 Watery Grave
1 Academy Ruins
1 Hallowed Fountain
1 Thespian's Stage
1 Dark Depths

3 Sylvan Caryatid
2 Snapcaster Mage
1 Elesh Norn, Grand Cenobite

4 Inquisition of Kozilek
4 Gifts Ungiven
3 Lingering Souls
3 Abrupt Decay
3 Path to Exile
1 Unburial Rites
1 Thoughtseize
1 Raven's Crime
1 Maelstrom Pulse
1 Life from the Loam
3 Liliana of the Veil
1 Engineered Explosives
1 Batterskull[/deck]


Qui Depths troverebbe un buon alloggio, perché la combo porta via davvero poco spazio, e c’è il pacchetto Gift + Loam. Mi piace poi il modo in cui questo mazzo può mandare consistentemente l’oppo in hellbent, proteggendo la combo.

Turbo Depths
Spoiler: show
[deck]
1 Snow-Covered Forest
2 Verdant Catacombs
1 Overgrown Tomb
1 Breeding Pool
1 Misty Rainforest
3 Gemstone Mine
4 Mana Confluence
4 Urborg, Tomb of Yawgmoth
4 Thespian's Stage
4 Dark Depths

4 Birds of Paradise
3 Trinket Mage
4 Vampire Hexmage

1 Pithing Needle
4 Expedition Map
4 Sylvan Scrying
3 Swan Song
3 Into the North
4 Inquisition of Kozilek
4 Not of This World
1 Engineered Explosives[/deck]


Ero in dubbio se giocare Inquisition of Kozilek, Thoughtseize o Duress in questa shell. Sulla carta, l’ultima sembrerebbe l’ideale, ba ci sono un sacco di creature che potenzialmente desidererei eliminare, dato che sono praticamente delle magie (come Snapcaster Mage, e altre che sono veri e propri pezzi di combo (come Deceiver Exarch). D’altro canto, Seize è un po’ troppo dolorosa se vista nella nostra mana base, in particolar modo considerando che non abbiamo altro modo per mitigare il danno che ci viene inflitto se non superare la race dell’avversario con la nostra. E ci sono varie carte che costano quattro mana o più, come Cryptic Command o Birthing Pod, che renderebbero Inquisition la carta peggiore di entrambi i mondi.

Questo è, in buona sostanza, un mazzo Legacy. Non fortissimo in quel formato, ma perché lì deve vedersela con Force of Will, Wasteland e Karakas. Assenti dal Modern. Dopo qualche goldfish, ho trovato il deck più rapido e consistente di quanto non mi aspettassi, e credo che strapperebbe le vittorie piuttosto facilmente.

Meglio che rimanda nella banned list.


STONEFORGE MYSTIC

Immagine

Stoneforge Mystic era divertentissima da giocare, anche se sono sicuro che nel lungo periodo si sarebbe rivelata una piaga. Il suo problema principale non è che “rompe” il formato, ma che sarebbe una win condition automatica per il bianco, venendo inserita in qualsiasi lista ammazzando la diversità tra i mazzi. Dato che è anche il principale motivo del ban di [card]Green Sun’s Zenith[/card], dubito molto che la rivedremo presto.


SWORD OF THE MEEK

Immagine

Non potevo evitare Sword of the Meek. L’ho testate in varie liste, ma il problema principale era sempre che incappavo nell’hate che gli altri mazzi avevano per altri motivi, in particolare Ancient Grudge, Rest in Peace e Stony Silence.

Tra Twin e Melira Combo che ignorano le pedine, e altri mazzi che hanno risposte maindeck come Spell Snare e Abrupt Decay, è stata davvero dura riuscire a montare qualcosa.

Ho sentito alcuni dire che si sentono impotenti nel perdere davanti alla combo, ma non sono sicuro di essere d’accordo. Ti sentiresti inerme con due carte che mettono qualche 1/1, ma non Fatine infinite? Non è che la combo sia atrocemente lenta comunque, a meno che il giocatore sia senza terre.

Questa carta non porta una vittoria eccessivamente rapida e ha vari nemici naturali nel formato, il che lo rende uno sban in alta sicurezza, e ha il potenziale per creare mazzi interessanti. È buona contro aggro in senso astratto, ma non è certo il meglio a disposizione contro Affinity (lenta, e non blocca Etched Champion), e ci sono molti altri aggro da cui guardarsi. Se qualcuno volesse giocare Zoo, potrebbe sempre maindeckare i Qasali Pridemage. Aggiungendoci tutto l’hate in side, questa combo potrebbe quasi più essere un peso che un vantaggio.


CHROME MOX

Immagine

Pensavo che il Chrome Mox sarebbe andato bene, se non avesse reso possibile uno specifico mazzo Belcher.

Lo fa. Anche se ci ho giocato solo poche partite, è stato sufficiente per poter dire che un Belcher avrebbe senso.

Le vittorie al secondo turno sono proprio quello che la Wizards non vuole per il Modern. Se rientrasse il Chrome Mox, carte come Goblin Charbelcher e Empty the Warrens dovrebbero essere bannate, e credo abbia più senso mantenere fuori l’enabler.

Sarebbe comunque uno strumento interessante da avere a disposizione.


BLOODBRAID ELF

Immagine

Bloodbraid Elf è stata bannata assieme a Seething Song, e per la prima non ero altrettanto sicuro che per la seconda. Non lo sono tutt’ora. Elfa non rendeva Jund overpowered, ma risultava punitiva per i mazzi fair.

Di recente, hanno osservato in un’intervista a Forsythe che in una comparazione tra Elfa e Wild Nacatl, la prima non avrebbe dovuto essere bannata in primo luogo. Lui ha risposto che era quasi possibile.

Questo modo di ragionare ha i suoi meriti, dato che Deathrite Shaman ha reso la carta infinitamente migliore. È anche possibile che, tra le due, Deathrite fosse la carta che aumentasse di più il power level di Jund.

Lo sban di Elfa avrebbe alcune ricadute collaterali. Anche se veniva giocata in alcuni altri deck solo marginalmente, come una variante di Scapeshift e il mio Dark Zoo con cui ho vinto alcuni PTQ, si adatta per lo più a Jund. È la sua collocazione naturale. Altre carte dallo stesso potenziale, come Snapcaster, sono uno strumento adatto a una varietà molto più ampia di mazzi.

C’è qualcosa di frustrante nel perdere da Bloodbraid Elf. A volte, ti girano la carta perfetta, che non avrebbero mai potuto sapere che sarebbe stata così perfetta senza poter vedere la tua mano, e questo manda la gente in tilt. Mentre Snapcaster è potente, forse anche troppo nel dare flashback alle magie, per lo meno richiede un processo mentale attivo, e consente un margine d’errore.


JACE, THE MIND SCULPTOR

Immagine

Jace ha un sacco di fan, e l’argomentazione più diffusa che usano è che non dominerebbe in Modern, in particolare se sbannassero Elfa per tenerlo sotto controllo.

E’ per questo motivo che ho realizzato il video Jace vs. BBE series finale, che mi sembrava un buon modo per concludere le series. Elda è comunque forte senza Jace, ma a mazzi che sono messi già bene contro Jund (come Blue Moon) non sembra importare troppo della relazione tra i due.

Inoltre, se riuscissero a tenere fuori dai giochi tutto il resto del formato, non avrebbe senso il loro tenersi a bada a vicenda, si tratta comunque di un formato dominato da cue carte, cosa che la Wizards sta cercando di evitare.

Anche se Jace renderebbe giocabile un certo numero di nuovi archetipi, il problema è che sarebbero tutti quanti blu; un colore dalla cui potenza, secondo alcune dichiarazioni, la Wizards è preoccupata.

Ci sono inoltre alcuni problemi di ordine pratico. Lo sban dovrebbe essere accompagnato da una ristampa di massa, e comunque potrebbe non essere sufficiente. Nel tempo, la carta finirebbe per essere appannaggio di pochi, e il Modern ancora più costoso.

Una cosa interessante nello sban di Jace sarebbe il potenziamento di aggro: Jace su un board vuoto è game over. Jace contro parecchie minacce a terra è una Brainstorm da quattro mana.

Questa carta non sarà mai sbannata nel Modern che conosciamo.


PONDER e PREORDAIN

Immagine Immagine

Mi sono sentito meschino ogni volta che ho giocato Serum Visions. Ho amato Preoardain. Quella carta mi ha fatto guadagnare un sacco di soldi, probabilmente anche più di Delver of Secrets, ed era uno strumento particolarmente utile per quei mazzi che hanno bisogno di più di sistemare l’ordine della pescata, che hanno bisogno delle giuste sequenza per funzionare. Ho splashato di blu per Preordain, e lo farei di nuovo all’istante.

Anche se ho incrementato l’uso di Serum Visions, questo non mi ha fatto certo mancare Preordain di meno. In quell’intervista, Forsythe ha detto che non avrebbero preso in considerazione lo sban dei cantrip perché sono già preoccupati che il blu sia troppo forte così.

Una soluzione al problema sarebbe il ban di Snapcaster Mage. Non fraintendetemi, adoro quella carta. Procediamo affiancati. L’ho persino messa in RUG Delver. Ma ora come ora, una buona detta del formato è imperniata su Snapcaster che chiama Lightning Bolt. È il motivo per cui giocare blu, ed è un 3 o 4 per automatico in ogni lista con il blu, diminuendo la diversità tra i mazzi. Inoltre, Bloodbraid Elf è un precedente importante per il ban di carte di valore.

Allora, forse, potremmo riavere Preordain indietro, e i mazzi sarebbero meno potenti ma più consistenti.


SEETHING SONG

Immagine

Scrissi un articolo su Seething Song in occasione del suo ban, in cui mi mantenni molto composto e professionale. Suonava più o meno come:

Cara Wizards of the Coast,
Avete ucciso Seething Song, la mia carta preferita in Modern. Vi odio. E inoltre puzzate.
Sinceramente,
Caleb


Anche se sono meno in collera al momento, sono ancora convinto che quella carta vada benissimo. Ha un brutto quarto d’ora contro Ethersworn Canonist, hate per il cimitero, contromagie, il che è tutta roba già problematica per Storm. Nel migliore dei casi Song è forte contro scarti, e il deck che punta di più su questi è sempre stato Jund, che storicamente cercano di depotenziare.

Song dava a Storm un certo livello di consistenza, ed era l’unico vero 2 x 1 nel mazzo (due Pyretic Ritual, evvai!), aiutava il mazzo a evitare mulligan.

Dopo il ban, Storm ha fatto top8 al PT di Born of the Gods, ma si trattava di un PT in cui tutti quanti si erano settati contro Zoo, e il mazzo non ha realizzato molto altro da allora.


SKULLCLAMP, RITE OF FLAME, [card]UMEZAWA’S JITTE[/card], PUNISHING FIRE

Immagine Immagine
Immagine Immagine

Ancora sbroccate, ancora stupide.


SECOND SUNRISE, DEATHRITE SHAMAN, MENTAL MISSTEP

Immagine Immagine Immagine

Ancora recenti, ancora miserabili.


ANCESTRAL VISION, BLAZING SHOAL, GOLGARI GRAVE-TROLL, DREAD RETURN

Immagine Immagine
Immagine Immagine

Queste sono carte delle quali mi sarei volute occupare, ma non l’ho fatto per vari motivi. Tra tutte, Ancestral Vision è la più innocua, ma non sono sicuro come sarebbe buildarci qualcosa attorno in Fatine.

Blazing Shoal mette a disposizione una chiusura al turno due o tre più consistente di Infect, ma è vulnerabile esattamente alle stesse carte. Non sono mai stato del tutto convinto che fosse necessario bannarla. Inoltre, dopo aver avuto sensazioni simili riguardo a Cloudpost e aver visto come funzione, voglio scommettere sull’altra parte questa volta.

Per quanto riguarda Golgari Grave-Troll e Dread Return, probabilmente andrebbe bene uno sban di Troll, ma non mi interessava testare Dredge in Modern, così come Enchantress in Legacy.



Ecco qua. Tirando le somme, le terre artefatto, Sword of the Meek e Seething Song sarebbero tutte carte da prendere fortemente in considerazione per uno sban. Spero che le series vi abbiano divertito quanto l’hanno fatto con me.


"The awestruck birds gazed at Wonder. Slowly, timidly, they rose into the air."

Memories of the Time ha scritto:
Non potevano sputare dentro ai pacchetti invece di mettere questa rara? ^^
Top
 Profilo  
 

 Oggetto del messaggio: Re: [TRADUZIONE] Caleb Durward e la Banlist Modern
MessaggioInviato: mer 28 gen 2015, 17:43 
Avatar utente

Iscritto il: mer 17 ago 2011, 14:31
Messaggi: 260
Località: Reggio Emilia
sostanzialmente d'accordo.
sbannando molte di queste carte si avrebbe un legacy 2, in cui dominerebbero mazzi fast e sbroccati.
tappare 2 x fare jitte potrebbe essere free win per l'oppo, insomma finche non ristampano in un set moderngiocabile force e/o wasta, la banlist è piu o meno giusta cosi. A meno di non divertirsi a vincere di shoal rossa o altri mazzi che ad oggi sembrano degeneranti.

Lo stato di salute attuale del modern è abbastanza buono.
Junk è il solito midrange piu forte degli altri, niente di clamoroso.
Quindi perchè rischiare sbannando qualcosa di "forse" troppo forte?

scusate questo mare di castronerie


TEAM DRUG$
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: [TRADUZIONE] Caleb Durward e la Banlist Modern
MessaggioInviato: mer 28 gen 2015, 17:56 
Avatar utente
Punctilious Titan

Iscritto il: gio 8 nov 2007, 19:34
Messaggi: 1626
Sì, bene o male concordo anche io. Sarebbe divertente vedere Sword of the Meek, ma anche secondo me sarebbe un nulla di fatto in buona sostanza, una carta che difficilmente verrebbe giocata (o magari sono miope io e c'è qualche shell adatta a giocarla e a dare nuova linfa a controllo).
Curioso notare come ci abbia preso sul Troll però.

L'unica cosa su cui dissento è lo stato di salute del Modern attuale, che darei per quasi buono più che per abbastanza buono, per l'impossibilità di giocare controllo vero e proprio ma la necessità di darsi al midrange, se si vuole impostare un gioco del genere. Ma senza la possibilità di fare vantaggio sulla quantità e la qualità delle carte, è sostanzialmente frustrante (perché se è vero che sarebbe giocabile come controllo sul board, lascerebbe comunque la coperta troppo corta per mazzi che poi sarebbero autoloss).


"The awestruck birds gazed at Wonder. Slowly, timidly, they rose into the air."

Memories of the Time ha scritto:
Non potevano sputare dentro ai pacchetti invece di mettere questa rara? ^^
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: [TRADUZIONE] Caleb Durward e la Banlist Modern
MessaggioInviato: mer 28 gen 2015, 18:31 
Avatar utente
Pera vede e provvede

Iscritto il: gio 7 apr 2011, 18:24
Messaggi: 758
Nickname Cockatrice: Pera
Immagine
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: [TRADUZIONE] Caleb Durward e la Banlist Modern
MessaggioInviato: mer 28 gen 2015, 18:55 
Avatar utente

Iscritto il: mar 24 feb 2009, 21:35
Messaggi: 317
Spada proprio si invece!!!
Renderebbe giocabile controllo e non sarebbe cosi sbroccata visto che è hatabile gia di main in qualunque modo (melma, decay).
Cosi il modern, come è sempre stato e ora di più, è un concentrato di mazzi proattivi dove lo scarto > counter e vince chi ce l'ha più grosso.
Il problema più grave di controllo non è che non ha validi elementi per controllare ; è che non ha poi spell che danno un impatto alla partita.
In poche parole non ha closer.
A cosa serve fare wratta a turno 4-5 se poi a turno 5-6-7 non ho minacce per fare svoltare il gioco ma continuare a remare???
Ti dico solo che la chiusura piu forte ora è fare i gatti con white sun zenith ----> WOW
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: [TRADUZIONE] Caleb Durward e la Banlist Modern
MessaggioInviato: mer 28 gen 2015, 19:00 
Avatar utente
Punctilious Titan

Iscritto il: gio 8 nov 2007, 19:34
Messaggi: 1626
Non so, ci sono altri modi per far pedine, Pyromancer e il nuovo Monastery Mentor ad esempio (carta che all'epoca in cui è stato scritto l'articolo ancora non esisteva, è doveroso ricordarlo). Sicuramente entrambi questi metodi hanno i loro pro e contro (le due creature sono tali, e quindi più facilmente hatabili, ma hanno dalla loro il fatto che una volta a terra rendono il nostro gioco stesso parte della chiusura, senza investirvi risorse, e con un solo pezzo senza dover cercare la combo, che in modern sarebbe sconveniente tutorare), ma non quanto il miglioramento sarebbe notevole in questo caso. E' anche vero che non ho mai giocato Thopter Foundry + Sword of the Meek, quindi qualcosa potrebbe sfuggirmi come ho detto sopra.


"The awestruck birds gazed at Wonder. Slowly, timidly, they rose into the air."

Memories of the Time ha scritto:
Non potevano sputare dentro ai pacchetti invece di mettere questa rara? ^^
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: [TRADUZIONE] Caleb Durward e la Banlist Modern
MessaggioInviato: gio 29 gen 2015, 3:17 
Avatar utente

Iscritto il: lun 1 mar 2010, 17:16
Messaggi: 115
da ormai ex giocatore di legacy e "osservatore alla distanza" di modern (più che qualche playtest con qualche mazzo più o meno buffo non lo ho mai curato particolarmente) oggi facevo due valutazioni e cercavo di fare un confronto tra un formato che per me è sempre stato vario e stimolante e un formato che aveva le potenzialità per essere la punta di diamante del gioco ma da quando è nato a par mio è sempre stato un po' "zoppo" e un po' "copiato".

Spero che le mie osservazioni, per quanto grossolane possano risultare stimolanti per chi invece questo formato lo gioca attivamente.

Giocando dal 97 molte meccaniche ho avuto modo di vederle sul nascere, e rendermi conto di quello che ha significato trovarsi a che fare con carte palesemente e VERAMENTE errate nel design (tolaria, necro, tinker, lin-sivvi, skullclamp...).

ma veniamo a noi, e prendiamo in esame la banned list:

modern 32 carte in lista espulsioni
legacy 48 (escludendo ante e cospiracy)
(spero di non aver fatto errori a contare)

se escludiamo le p9 fanno 32 contro 39
tenuto conto che c'è un gap generazionale di circa 10 anni tra le alpha e l'anno zero fissato da mirrodin la lista dei cartellini rossi in modern è tremendamente alto confrontato al legacy.

di questi 32 espulsi se togliamo carte dal power level elevatissimo che definirebbero il formato se uscissero dalla lista (jace, elfa, jitte, mistica, skullclamp, letalmago) rendendolo ancor di più la "copia sfigata" del legacy, ciò che resta (una ventina di figurine) sono acceleratori, tutori e peschini. Peschini anche brutti, seconde o terze scelte per chi è abituato alla manipolazione permessa in legacy. Tra gli acceleratori i riti rossi non sono certamente delle carte dal power level tremendamente alto se le svincoliamo per un momento dal modern e le confrontiamo con quelle presenti negli altri formati.

E fin qui una prima osservazione potrebbe essere: bene, non vogliono che combo sia troppo veloce, perchè all'assenza di free counterspell (force) rischia di definire e dominare il formato.

Eppure nonostante il ban di tutti questi peschini e acceleratori certi mazzi potenzialmente chiudono in goldfish di turno 4 (twin, jeskai, aure) grazie spesso e volentieri alla loro ridondanza, oppure si ritrovano con talmente tanta mana per fare qualsiasi tipo di giocata (bloom/tron).

Come mai?
L'unico counter secco presente nel formato ha CC 4 di cui 3U (patto blu non lo considero, pierce in un meta dove i pezzi delle combo spesso sono creature non è così forte da motivarne il full set, snare ha pochi target dove realmente è necessario). Paradossalmente è più facile appoggiare karn di terzo che fare cryptic di 4to.

Come diceva qualcuno attualmente in un mondo senza manipolazioni paga molto di più fare scartino e poi il turno dopo fare giocata forte piuttosto che restare open per contrastare una minaccia senza la sicurezza di avere il contrasto adatto.

Dando un'occhiata veloce su mtgtop8 il 90% dei deck finora risultati vincenti in modern sono spalmati equamente tra aggro e combo.
Privare un formato comunque estremamente veloce da ogni sorta di manipolazioni non ha contribuito minimamente a rallentarlo, ma ha causato semplicemente la quasi totale assenza di control.
nota: mi rifiuto di chiamare control un deck che gioca 8 volanti rapidi e 8 botti, come la versione di UWR con le miss america.

Se non ho male interpretato le strategie che attualmente pagano sono: aggro a n colori per avere accesso alle migliori creature (sottocosto) ridondandole oppure con effetto di token generation (pyromancer e affini), la meccanica ramp -> ramp -> spell che chiude o compromette la partita, oppure il classico combo da due pezzi da assemblare in cui fondalmentalmente si scava e si prende tempo (twin, hive mind).
meccaniche già viste mille anni fa, mi vengono in mente il "camion" tricolor decisamente $$ di epoca assalto, wildfire.deck e tooth&nails.deck, combo vari a base blu (donate, academy-mom, ...)


Al dì là che un mazzo di recursion e tutori è sempre piuttosto divertente e vario da giocare Pod si piazzava come spartiacque tra gli aggro e i combo, perchè era l'unico a poter agire in modo sia attivo che reattivo, versatilità che lo ha avvantaggiato espansione dopo espansione. Essere un midrange adatto a tamponare gli aggro, avere una shell di disturbo contro combo e includere anche una chiusura da combo in sole 60 carte è un vantaggio non da poco.
Ma si sa che ai designer i mazzi troppo versatili e sopratutto che aggirano efficentemente la logica del top-deck non piacciono, quindi l'azione del ban per come la vedo io è semplicemente di coerenza con la scelta di minimizzare la manipolazione e non veicolata puramente dal power level di pod e delle sinergie che la sua attivazione comportava.

Oltre al già citato controllo va detto che analizzando il meta mancano totalmente dal field i mazzi tribali spesso adorati dai nostalgici (nonostante le tante carte stampate per sliver, qualche buona carta per tritoni, alcuni buoni goblin a CC medio) Giocare monocolore se non riesci a tenere l'altro in color screw è svantaggioso, basta confrontare le bestie e removal che può proporre un junk o uwr rispetto a un singolo goblin, la meccanica dell'unione fa la forza privata da motori di pesca come ringleader o matrona è insufficiente a contrastare i mostroni sotto costo proposti dalle gilde.


Chiusa parentesi tribali, perchè manca controllo? io credo che la ragione sia la totale assenza di contrasti disegnati e adeguati al formato oltre all'incapacità o quasi di scavare nel grimorio.
Inutile fornire al nero spot removal non counterabili ed economiche se poi si vince di pedine o di creature che ritornano dal gy innescando magari anche qualche triggered. Inutile un pw fortissimo a CC3 che mi permette di fare edict quando mi sventolano pedine e volanti in eot. Inutile fornire al blu pescanti da mid come dig (avrei aspettato a includerlo in ban list in quanto UU è molto diverso da U) se poi non si hanno risposte sufficientemente veloci per contrastare karn di turno 3. L'unica spot removal veramente efficiente regala spesso e volentieri un turno all'altro (parlo di path of exile), l'unico counter efficiente (swan song) è totalmente inadatto a control mentre è un'ulteriore freccia per combo qualora control emergesse.

Partiamo con ristampare contromagia e toxic deluge per fare un paio d'esempi o diamo una chance a punishing fire, piuttosto che eliminare continuamente carte che in qualsiasi altro formato con contrasti adeguati sono gestite perfettamente.

Altrimenti il formato sarà ben equilibrato ma resterà piatto su 2-3 meccaniche efficienti e il resto del meta sarà composto da rogue.

mio (prolisso) pensiero.


falling angel ha scritto:
allora, io cedo che survival ne sappia come carta e che sia sufficientemente duttile da trovare una buona applicazione anche in legacy.
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: [TRADUZIONE] Caleb Durward e la Banlist Modern
MessaggioInviato: gio 29 gen 2015, 10:42 
Avatar utente

Iscritto il: mar 24 feb 2009, 21:35
Messaggi: 317
Cioè tu pensi che piromante faccia piu o meno come spada???
Una chiusura in controllo significa una cosa che non vuoi che te la tolgano con niente perchè ne giochi poche e ci devi chiudere.
Se io gioco controllo, al turno x quando calo piromante quante rimozioni avrà in mano l'avversario?
Semplice tutte quelle che ha pescato visto che non ne ha potuta tirare mezza.
E allora diamogli un target.... :D
Per farla semplice qualsiasi creatura come closer in controllo è una merda.
Non ne giochi 15 ma 4-5 ed affidarsi a delle poche creature per chiudere in un formato da xmila removal beh auguri....

Bonus : con spada avrei un motore di pesca efficiente in thirst for knowledge
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: [TRADUZIONE] Caleb Durward e la Banlist Modern
MessaggioInviato: gio 29 gen 2015, 16:51 
Avatar utente

Iscritto il: lun 26 ago 2013, 11:01
Messaggi: 64
Località: Parma
Secondo me sword of the meek sarebbe uno sban interessante. Ovvero potrebbe donare un nuovo archetipo al formato o comunque dare un boost ai mazzi controllo ma non a mid-range. Non mette in piedi una facile chiusura in pochi turni, quindi anche la wizard potrebbe essere disposta a rimetterla in gioco.

L'altra carta che mi pare più che sbannabile è ancestral vision: ridare qualcosa al colore più bistrattato non sarebbe poi tanto male. Darebbe una mano ai controll, fino ad un certo punto. Renderebbe più consistenti combo blue-based, ma è un prezzo che ci può stare contando che non c'è più dig through time che io considero nettamente più performante.

Per il resto è vero che c'è poco che si può sbannare con facilità: secondo me il problema è che il formato è troppo giovane ed è stato impostato in un certo modo; tutto questo ha comportato anche delle scelte dolorose, che non sono giuste o sbagliate ma che seguono una certa linea di pensiero.

Trovo d'altro canto abbastanza inutile proporre ristampe di carte bomba come FoW o simili per ricalibrare perché a quel punto si vorrebbe tendere al legacy: ma il legacy c'è già, sarebbe bello costruire il modern in maniera differente ma renderlo comunque un formato divertente.

Magari, magari una ristampa di counterspell potrebbe saperne, ma suppongo abbia un power level troppo elevato per il modern.
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: [TRADUZIONE] Caleb Durward e la Banlist Modern
MessaggioInviato: gio 29 gen 2015, 17:40 
Avatar utente

Iscritto il: mer 17 ago 2011, 14:31
Messaggi: 260
Località: Reggio Emilia
AlThor non stavo chiedendo una ristampa.
Semplicemente dicevo che se lo facessero, potrebbero anche sbannare qualche carta dalla banned list.

Force e wasta le terrebbero a bada.

A dirla tutta, imho, wasta servirebbe come il pane in questo modern, pieno di giocatori frivoli con manabase arlecchino.

Force imho sarebbe anche una bella addizione al formato.

Amen. Per quello c'e il legacy


TEAM DRUG$
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  

Scrivi un nuovo argomento Rispondi al messaggio Pagina 1 di 1   [ 10 messaggi ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron



Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Style designed by Artemis

Magic the Gathering is TM and copyright Wizards of the Coast, Inc, a subsidiary of Hasbro, Inc. All rights reserved
All art is property of their respective artists and/or WotC

Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010