Oggi è gio 22 ago 2019, 0:52


Scrivi un nuovo argomento Rispondi al messaggio Pagina 1 di 1   [ 4 messaggi ]
Autore
Messaggio
 Oggetto del messaggio: [Strategy] Le basi del gioco: la paranoia e' tua amica.
MessaggioInviato: dom 9 dic 2012, 13:49 
Avatar utente

Iscritto il: lun 24 dic 2007, 23:23
Messaggi: 980
Mi accingo a proporvi la traduzione di uno degli articoli che, a parer mio, può influenzare maggiormente il buon approccio mentale ad un torneo ed al gioco in genere, ossia:

The Basics of Playing the Game: Paranoia is Good

Sicuramente per molti dei giocatori più navigati saranno banalità, per molti sarà una sottolineatura dell'ovvio, ma per alcuni saranno nuovi spunti di pensiero e nuove idee con cui fare i conti.
Spero che possa essere d'aiuto a qualcuno leggere queste righe, come lo è stato per me.

Questo articolo non vuole essere una cosa da seguire passo passo, ma più una spiegazione delle teorie alla base del gioco: del fatto che bluffare è utile, che rivelare la propria mano sia dannoso e delle ragioni principali per cui non bisognerebbe mai (meglio, quasi mai) giocare qualcosa durante la prima fase principale.

Partiamo con il parlare un po' di una carta che viene giocata in alcuni mazzi combo e Blasi l'ha riproposta anche in Dark Thresh:

[card]Gitaxian Probe[/card]

La carta, a prima vista, sembra abbastanza mediocre: due vite per ciclarla e guardare la mano dell'altro, a che mi serve?

Invece per i mazzi in cui si gioca, la carta è praticamente fondamentale o costituisce un ENORME aiuto.

Andiamo con ordine.
Vinco il tiro del dado, sto giocando contro un opponent sconosciuto questo mazzo:

1 Ad Nauseam
4 Brainstorm
4 Cabal Ritual
4 Dark Ritual
1 Inquisition of Kozilek
1 Past in Flames
1 Tendrils of Agony
2 Duress
3 Burning Wish
4 Cabal Therapy
4 Gitaxian Probe
4 Infernal Tutor
4 Ponder
4 Lion's Eye Diamond
4 Lotus Petal

1 Badlands
1 Island
1 Swamp
1 Volcanic Island
2 Bloodstained Mire
2 Scalding Tarn
2 Underground Sea
4 Polluted Delta

La mia mano on the play è:

Polluted Delta
Dark Ritual
Dark Ritual
Ad Nauseam
Brainstorm
LED
Gitaxian Probe.

Non sapendo cosa gioca l'altro, potrei andare all-in su AN partendo da 20 vite, prendere i 3 mana dal LED e probabilmente troverei il modo di chiudere.
A meno che l'altro non mi giochi una Force of Will su AN e mi lasci a mano vuota al primo turno, tutto per nulla.

Ecco però che Gitaxian Probe ci viene in soccorso, facendoci fare sempre la scelta giusta in queste situazioni.

Pago le mie due vite e vedo che il mio avversario ha in mano:

Savannah
Windswepth Heath
Mother of Runes
Thalia, Guardian of Thraben
Noble Hierarch
Qasali Pridemage
Swords to Plowshares

In questo caso, posso agilmente buttarmi sul piano Rito-Rito Nausea-Mana del LED e probabilmente chiudere o ritrovarmi comunque con una mano che mi permetta di chiudere il turno successivo, visto che lui non ha giocate che possano impensierirmi.

Se, invece, la mano che mi si fosse presentata fosse stata

Island
Flooded Strand
Tundra
Force of Will
Swords to Plowshares
Brainstorm
Spell Pierce

Devo giocare la partita MOLTO diversamente, sapendo che mi trovo di fronte un mazzo con sufficienti contromisure già nel MD alle mie giocate più forti, presenti peraltro già in prima mano.

In questo caso la giocata saggia è quella di procedere con più calma e cercare le mie disruption per attuare comunque il piano di AN dopo aver tolto di mezzo tutte le sue risposte e contromagie.

Negli esempi sopra, giocando Probe ho sì ottenuto informazioni su cosa gioca il mio avversario, ma ho anche concesso informazioni su cosa sto giocando io, proprio perchè il numero di mazzi che gioca Probe è ridottissimo e potranno fare le loro giocate di conseguenza:

Maverick dovrebbe partite di Mother of Runes e Thalia, anzichè di Hierarch + Qasali per fare una race, mentre UW dopo la mia partenza probabilmente terrà il mana open anzichè giocare SDT così da avere la possibilità di fare una doppia counter ed aspettare un turno a giocare l'artefatto.

Quindi, visto quanto è figa Gitaxian Probe, perchè la giocano in pochissimi pur essendo "free" e potendola giocare con ogni colore di mazzo?

Il fatto è che, nella maggior parte dei mazzi, ci sono sempre carte migliori rispetto a Probe e che magari fanno la stessa cosa ma meglio, come per esempio Duress e Thoughtseize, che ti fanno sì vedere la mano dell'altro e giocare di conseguenza, ma allo stesso tempo ti fanno anche togliere qualche minaccia per il tuo piano di gioco.

Altro modo per nascondere informazioniè, se non vi serve il mana, giocate la terra nella seconda main phase.
Se avete delle creature da giocare, giocatele SEMPRE nella seconda main phase.
Tutto questo perchè?

Sempre per nascondere informazioni all'altro.

Poniamo l'esempio che io stia giocando Maverick ed il mio opponent un mazzo UW di cui non conosco l'archetipo (Blade o Miracle), nel mio terzo turno, con a terra Gaddock e due terre, gioco la terza terra e calo Knight of the Reliquary, poi decido di attaccare ([Capt. Ovvio MODE_ON]Sappiamo tutti, spero, che è sbagliato, ma voglio farvi un esempio[Capt. Ovvio MODE_OFF]).

Sapendomi completamente tappato e senza quindi accesso a Swords to Plowshares, il mio avversario gioca Snapcaster Mage ed uccide Gaddock, liberandogli l'accesso al Terminus che di lì ad un paio di turni mi rovinerà.
Lui ha scambiato un suo pezzo di poco/medio valore, con un mio pezzo che invece, in quel MU, era fondamentale.

Se, invece, avessi deciso di aspettare a giocare terra e Reliquary, lui con ogni probabilità non avrebbe provato lo scambio, perchè avrei potuto avere uno StP per il suo maghetto, vanificando completamente la carta da cui avrebbe potuto trarre più beneficio proseguendo con la partita (magari dando Flashback ad un suo StP).

Non bloccando, ho fatto i miei 2 danni e POI ho potuto giocare la mia terra ed il Reliquary, ancora al riparo da Terminus.

Esistono sicuramente le eccezioni che hanno un effetto importante sul combattimento e vanno quindi giocate prima (Equip e PW come [card]Elspeth, Knight Errant[/card], [card]Ajani Goldmane[/card] o [card]Ajani, Caller of the Pride[/card]) ma sono solitamente poche e ben definite.

Tutto questo solo per dire cosa?
Che conoscendo la mano dei miei avversari o avendo informazioni su che carte giocano, giocare la mia partita in un certo modo diventa infinitamente più facile.

Così come lasciarne meno al nostro avversario aiuta ad indurlo a commettere errori strategici o di valutazione.

Lasciate che siano LORO a farsi paranoie su cosa possiate o meno avere in mano, concedendo meno informazioni possibili.


Un altro aspetto della paranoia nel gioco è il bluff.

Personalmente non sono un gran bluffatore, ma ho visto dei veri maestri all'opera, che hanno indotto i loro avversari a giocare le partite come dicevano loro, semplicemente sotto la minaccia psicologica della possibilità di avere una risposta ad una determinata giocata dell'avversario (senza averla), facendo invece fare loro la giocata opposta (a cui invece avevano risposte).

Un piccolo trucco per infastidire l'altro è quello di fargli credere di avere una determinata carta (magari contando o "accantonando" il mana per giocarla), soprattutto se non vi serve tutto il mana, lasciate SEMPRE stappato quello che vi può permettere di bluffare una determinata carta, come ad esempio una Counterspell, e quando il vostro avversario gioca qualcosa, voi toccate i due mana, pensate un secondo e poi date il vostro ok, fingendo di avere altre soluzioni o altri piani.
Certamente non è una cosa di cui abusare perchè rischiate che la gente vi prenda per scemo e giochi tutto comunque perchè capiscono che bluffate ogni volta, come non ha senso bluffare se l'altro sta per risolvere la spell che vi ucciderebbe, ma non lasciate mai nessuno libero di pensare che determinate carte non le giochiate, ad esempio lasciando stappate due Wasteland dando un chiaro segnale di non avere Counterspell.

Questo solitamente è molto importante quando si giocano mazzi tempo o di controllo, dove ogni turno in cui rallenti l'avversario ed ogni turno in cui riesci ad evitare una giocata dannosa per te è un turno che ti porta verso la vittoria, vuoi perchè la tua race è indisturbata, vuoi perchè ti avvicini al mid-late game dove il tuo mazzo è più forte.

Un'altra faccia del bluff è quella di non bluffare voi stessi.
Se potreste fare una giocata forte, ma avreste bisogno di lasciare open solo mana che non vi consentirebbe di bluffare Counterspell, allora fate quella giocata!
Rallentarvi per bluffare è solo deleterio ed ho visto più di una persona farlo, credendosi di migliorare la sua situazione quando invece andava solo a peggiorarla.
Esempio classico è tenere terre in mano in mazzi che hanno bisogno di molto mana.
Se state giocando Punishing Maverick avrete bisogno di tutto il mana su cui potete mettere le mani, quindi tenere delle terre in mano per dare l'impressione di avere altre minacce lavora CONTRO di voi, impedendovi di abusare propriamente della recursion di Punishing Fire.

Un esempio di paranoia contagiosa m'è capitato in prima persona alcuni anni fa, in un mirror di Cruel Control.

Nella mia SB avevo inserito un paio di [card]Gather Specimens[/card] che riciclavo per il mirror potendo rubare Mulldrifter e Broodmate Dragon
Io una carta in mano, il mio avversario pesca a mano vuota e gioca un [card]Broodmate Dragon[/card] convinto di chiudere la partita perchè i miei 4 Cryptic Command erano già stati giocati.
Rubo il Broodmate con Gather Specimens e vinco quella partita.

In seguito, in tutti gli altri game che ho giocato contro i presenti, la carta veniva sempre presa in considerazione e molti rallentavano le loro giocate per avere una risposta, concedendomi turni addizionali per trovarla o trovare una risposta alternativa alle loro minacce.

Altri esempi classici vengono dallo Standard in cui si giocava Dragonstorm, dove molti concedevano una volta che l'avversario raggiungeva uno storm di 4 e castava Dragonstorm, convinti di avere perso, quando magari chi lo giocava aveva in mano 3 o 4 dei 6 draghi del mazzo e non avrebbe quindi vinto in quel turno, lasciando all'altro tempo per rispondere.

Altra situazione può capitare a chi gioca contro High Tide e concede dopo i primi 5 minuti in cui l'altro sta giocando da solo, convinto di aver perso, quando il rischio concreto che il mazzo si pianti da solo c'è sempre, salvo casi strani (vedi 3 Meditate di fila che gli fanno avere una mano da 15 carte).

Tutti questi sono casi di paranoia passata ai nostri avversari, che si demoralizzano e si vedono sconfitti grazie al nostro bluff di avere una chiusura o una risposta.

Un'ultima cosa che mi sento di consigliare ed a cui molti non pensano è quella di NON parlare del vostro mazzo, a meno che non ne siate obbligati.
Ho visto innumerevoli volte i miei avversari perdere o vincere contro di me e rivelarmi la loro mano o le carte del loro mazzo dicendomi "Se avessi pescato/potuto giocare questa" oppure "Avevo anche questa e questa in mano/nel mazzo".
Non fatelo mai.
Mai e poi mai.

Non potete sapere se poi quell'avversario ve lo ritroverete in T8 o ad un altro torneo con quello stesso MU, e lui saprà cosa giocate ed a cosa stare attento quando magari era un elemento a sorpresa o che lo avrebbe assolutamente rovinato, tutto perchè gli lo avete DETTO VOI!!

Questa cosa diventa estremamente più dannosa nei formati Limited (sealed deck e draft) dove il vostro avversario non può sapere cosa abbiate aperto e quante bombe giochiate, quindi state sempre zitti.

Ritornando alla questione bluff, un'altra opzione è quella di provare ad usare questa tecnica a nostro vantaggio.
Ad esempio dire una cosa come "con [card]Pernicious Deed[/card] ti rovinavo" dopo il primo game, così da indurre il nostro avversario a sidare/giocare contro una carta che magari non abbiamo nemmeno nel mazzo.
Non sarebbe nemmeno una bugia, perchè magari una Deed lo rovinavate sul serio, ma Deed non la giocate!

Altra breve aggiunta alla questione "nascondere le informazioni" è che, se state già vincendo, è inutile utilizzare un qualche tipo di carta o strategia che il vostro avversario non conosce.

Ad esempio, giocando UW, state per fare -12 a Jace, the Mind Sculptor ma il turno prima decidete di giocare anche [card]Thopter Foundry[/card] e [card]Sword of the Meek[/card], giusto perchè li avete appena pescati.
A questo punto il vostro avversario saprà di avere anche un altro tipo di piano da attaccare oltre ai PW ed ai più ovvi [card]Entreat the Angels[/card], quando magari avreste potuto spiazzarlo ed utilizzare proprio quella strategia per cui non era preparato per vincere.

Spero che la lettura vi abbia aiutato e che possa avervi dato un qualche spunto di riflessione sul vostro modo e stile di gioco, oltre ad aver migliorato il vostro approccio al gioco competitivo!

Alla prossima,
Niko


Niko Leporati
Consigliere dell'Associazione Ludica/Culturale "La Contea"
L1 Judge


Ultima modifica di Jiaozy il ven 14 dic 2012, 15:05, modificato 1 volta in totale.
Top
 Profilo  
 

 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer 19 dic 2012, 10:44 
Avatar utente
Beer or Warning

Iscritto il: mar 8 mag 2007, 15:19
Messaggi: 7525
Località: Torino
Nuovo articolo, buona discussione.


"Il 26/11/2014 mi nasce una cucciolata di rottweiler, se interessati mandatemi un pm, ciao."
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer 19 dic 2012, 11:17 
Avatar utente

Iscritto il: dom 2 set 2012, 18:02
Messaggi: 166
Post mooooolto interessante!


credo che tutti i giocatori un pò più esperti prima o poi capiscano da soli l'importanza di "illudere" l'oppo di aver una qualche risposta in mano, o una certa carta. Faccio alcuni esempi tratti dalla mia esperienza di giocatore di Vintage, anche se il succo è lo stesso
Giocando TPS e guardando più volte, di sfuggita , il cimitero si farà immediatamente pensare di avere giacoma in mano anche se effettivamente non è così, e l'oppo sarà più accomodante verso le bombe che castiamo pur non di non prendersi in faccia quella peggiore
Oppure ho visto amici essere in combo vault/key e l'avversario concedere, anche se io sapevo, conoscendo la build, che non aveva possibilità di poter chiudere quel particolare game anche pescando tutto il mazzo (esattamente come nel caso, per esempio, della dragonstorm).

Io stesso mi sono ritrovato a farmi slandare landa che mi dava verde (esempio) ed io calavo landa che mi dava altro mana seppur avessi fetch in mano più qasali. Lui mi faceva " sei senza verde eh? " e io " eh si"..lui tapped per oath, passa, calo qasali attivo e ciao
altre cose che aiutano, nel bluffare, e magari pensare e apparire infastiditi quando si è slandati sebbene assolutamente non si abbiano problemi di mana, spingendo magari l'oppo a fare una giocata forte a cui si è convinto che non abbiamo risposta essendo sotto di mana
la psicologia, per chiunque voglia praticare magic ad un livello un pò più "avanzato", è un fattore determinante.
Mio fratello, che è un esperto di cinesica, riesce a dirti quasi con precisione chirurgica cosa hai in mano semplicemente vedendo la faccia che fai quando peschi, cali qualcosa, pensi (magari anche bluffando) prima di far entrare o meno una minaccia, ecc. e vi assicuro che è assolutamente frustrante sapere di giocare con un oppo con abilità del genere, molto più anzi che non saperlo! Altro che paranoie!

rinnovo i miei complimenti per il post che di sicuro sarà di aiuto a qualcuno meno esperto di altri, risparmiandogli così il dover imparare queste "finezze" con il duro e lungo percorso dell'esperienza..anche se, naturalmente, la vera padronanza si raggiunge solo con il tempo.

Ben fatto!
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer 19 dic 2012, 19:13 
Avatar utente

Iscritto il: ven 29 lug 2011, 12:38
Messaggi: 226
Veramente un bellissimo articolo. L'ho letto tutto con notevole interesse e soprattutto ad ogni riga in cui facevi esempi di cose che avevi visto fare o cose che ti erano capitate di persona mi hai fatto ricordare dei tornei condominiali in cui mi capitavano cose del genere... Ricordo che una volta giocavamo tra amici e prima di iniziare la partita un mio amico che giocava Tramutanti mi disse che aveva da poco trovato una AEther Vial e che l'aveva messa sul mazzo, ma che non gli era mai uscita in una partita. A quel punto giochiamo la partita e inizio io. Avevo Nic Fit. Lui apre la mano e quando ha visto AEther Vial gli sono brillati gli occhi. Allora siccome dovevo iniziare io gli ho fatto: Cabal Therapy...AEther Vial! e lui: "Giampà...Vaffxxxxxx" seguito da una estesa serie di forbite imprecazioni a divinità cattoliche quando, dopo aver giocato il suo turno con terra passo, s'è beccato al mio turno 2 veteran--->sacco di cabal---> scarto Gemhide Sliver---> Hymn to Tourach :-D
là s'è incazzato come una bestia e noi li a farci un mare di risate nel sentire lui che sbraitava... però il punto era che se non m'avesse detto che aveva preso una fiala eterea 5 minuti prima, sapendo come era costruito il suo mazzo avrei nominato altro... s'è tradito da solo proprio in virtù di quella cosa che dicevi prima di "non parlare mai del proprio mazzo" :-D
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  

Scrivi un nuovo argomento Rispondi al messaggio Pagina 1 di 1   [ 4 messaggi ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  



Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Style designed by Artemis

Magic the Gathering is TM and copyright Wizards of the Coast, Inc, a subsidiary of Hasbro, Inc. All rights reserved
All art is property of their respective artists and/or WotC

Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010